fbpx

Si è svolta mercoledì 20 maggio in modalità online la giornata studio sulle Drug Consumption Room e sulle politiche cittadine di riduzione del danno. L’incontro ha coinvolto trenta persone, operatori impegnati nei servizi della grave emarginazione adulta della città, tra cui gli operatori di Open Group.

La riflessione è stata condotta da Cedric Charvet, coordinatore di Amoc e membro del coordinamento del INDCR. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto Erasmus + KA1 “Mobilità nelle Pratiche alternative di interventi locali di riduzione del danno”. Tra le realtà coinvolte anche ASP città di Bologna e l’Azienda USL di Bologna.

Obiettivo dell’incontro focalizzare l’attenzione sulle politiche di riduzione del danno e far conoscere i dispositivi europei e le modalità di intervento, condividere conoscenze sulle Drug Consumption Room, condividere politiche e pratiche sul campo tra professionisti e organizzazioni che lavorano all’interno o intorno al consumo di droga.
La maggior parte delle DCR mira a ridurre i problemi di salute causati dal consumo problematico, migliorare l’accesso ai servizi sociali, terapeutici e sanitari per le persone che usano sostanze.

Le foto sono state scattae lo scorso novembre quando Open Group, insiema ad una delegazione bolognese, è stata ad Amsterdam per osservare e conoscere alcune realtà che si occupano di riduzione del danno e, in particolare, per studiare il modello delle stanze del consumo.

21 Maggio, 2020

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto