Ha preso avvio il 9 novembre, nella Sala Zarri di Piazza Guercino a Cento, il progetto che vede Open Group, attraverso la sua testata radiofonica Libera Radio, partner del Comune emiliano in un’articolata azione di sensibilizzazione sul fenomeno e sui rischi connessi al gioco d’azzardo. Il progetto “Punto tutto su… Cento” è rivolto soprattutto alle scuole e ai centri giovanili del territorio e parte dalla considerazione che, per affrontare la complessità del fenomeno del gioco d’azzardo, occorre non solo l’informazione ma anche non scaricare le problematiche sugli utenti e i consumatori. Occorre, piuttosto, puntare su welfare di comunità, spazi in cui sperimentare autonomia e responsabilità civile, su nuove reti di relazioni sociali e culturali, su attività concrete per lo sviluppo di competenze e saperi da condividere con i propri concittadini e nel proprio contesto di vita.

L’incontro di inaugurazione del progetto, a cui hanno partecipato oltre 120 giovani delle scuole superiori di Cento, ha puntato a introdurre gli studenti alle diverse competenze necessarie per affrontare un fenomeno relativamente recente ma di sempre più invasivo impatto nel tessuto economico e sociale delle comunità. Per questo, intervallato da supporti grafici, audio e video, il format della mattinata con le scuole ha visto la presenza di Ciro Garuti, psicologo e psicoterapeuta del Ser.T. di Cento, di Mara Biondi, referente del presidio di Libera del Centopievese, di Anna Roncaglia e Alice Poppi del Gruppo Scout Agesci di Cento e di Matteo Fortini, assessore comunale all’Associazionismo e al Volontariato, intervistato da Libera Radio alla conclusione dell’incontro.

Il progetto “Punto tutto su… Cento”, sostenuto dalla legge Testo Unico sulla legalità della Regione Emilia-Romagna, ha l’obiettivo di rafforzare la prevenzione dei rischi sociali, economici e culturali connessi al gioco d’azzardo e delle sue derive patologiche e criminali. Con Libera Radio – che collaborerà con Libera e altre associazioni del territorio centese – i giovani delle scuole, dei centri di aggregazione e del Consiglio Comunale dei Ragazzi saranno impegnati in laboratori di informazione e tecniche della comunicazione che avranno come esito finale la produzione di trasmissioni radiofoniche, di una video-inchiesta e di un radiodramma dedicati proprio al tema del gioco d’azzardo.

10 novembre, 2017

X
This site uses cookies. If you continue to navigate in the site or scroll the page, you accept our cookies on your device. Extended cookie policy Accetto