fbpx

Nell’anno della pandemia tengono conti e occupazione di Open Group. L’assemblea dei socə della nostra cooperativa ha approvato il bilancio di esercizio del 2020: tiene il fatturato, che si attesta a 20.856.849 euro (tre milioni di euro in meno rispetto al 2019), con un utile di 24.877 euro.

 

“Si tratta di un risultato molto importante in un anno difficile come il 2020, in cui l’emergenza sanitaria ha portato alla chiusura per almeno 2 mesi di molti servizi per noi strategici, come i nidi e le biblioteche – commenta il presidente di Open Group, Giovanni Dognini –. Grazie anche al miglior andamento della gestione caratteristica in questa cooperativa negli ultimi 7 anni, possiamo guardare con ottimismo al futuro”.

Nel 2020, il margine operativo lordo di Open Group è più che raddoppiato (854.632 euro contro i 337mila del 2019), mentre il margine operativo netto ha superato i 450mila euro. Per quanto riguarda la distribuzione dei ricavi, la maggior parte è relativa a servizi per la pubblica amministrazione (62,53%), a seguire terzo settore (30,78%) e aziende profit (5,89%).

“Grazie agli sforzi dei nostri soci e dei nostri lavoratori, durante la pandemia Open Group ha reinventato molti servizi, in remoto, non abbandonando, il più possibile, i propri utenti – continua Dognini –. Abbiamo contenuto l’impatto della crisi attraverso un uso sapiente degli ammortizzatori sociali, riuscendo ad anticipare l’erogazione di cassa integrazione e fondo d’integrazione salariale a tutti i lavoratori e le lavoratrici: una manovra di cui andiamo molto fieri, ma che ha imposto una ridefinizione dei rapporti con gli istituti bancari”.

La cooperativa ha retto anche dal punto di vista occupazionale. A fronte di un calo tra i lavoratori (passati da 721 nel 2019 a 692 nel 2020), è cresciuto il numero dei soci, 350,  e anche dei contratti a tempo indeterminato, che nonostante la pandemia sono arrivati al 75% (un punto percentuale in più rispetto al 2019, ma 6 punti percentuali in più sul 2018).

La forte presenza femminile tra lavoratori (73% donne) e soci (71%) si riflette anche nella governance: il consiglio di amministrazione di Open Group è composto da 7 donne e 4 uomini, la direzione da 4 donne e due uomini.

21 Luglio, 2021

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto